itenfrdees
Martedì, 20 Luglio 2021 12:39

ALFA REVIVAL CUP, ROUND DI VALLELUNGA RICCO EMOZIONI

Rate this item
(1 Vote)

In un weekend estivo, con un clima quasi pre-autunnale, presso il circuito di Vallelunga si è svolta la terza tappa dell’Alfa Revival Cup 2021. Le vetture iscritte erano 20 e tra queste la novità assoluta è stata la GT Junior Gruppo 5 iscritta dalla Scuderia Vesuvio, ottimamente preparata dal romano Leonardo Mattia e con alla guida il mitico Gian Luigi Picchi affiancato dalla “new entry” Alessandro Alboni. Venerdì 16 luglio nelle quattro sessioni di prove libere i piloti hanno potuto riaffrontare le impegnative curve del tracciato romano e per due di loro è stata anche la fine anticipata del weekend. Nello specifico Andrea Guarino, su GTV 2000, a seguito di una incomprensione con un altro pilota, ha perso il controllo della vettura danneggiandola in modo irreparabile, mentre Stefano Tassi, su GTAM, ha subito la rottura del motore. Sabato 17 luglio la giornata ha regalato un tempo molto incerto con nubi sparse che non presagivano nulla di buono. La sessione di qualifiche ha determinato una griglia di partenza di 18 concorrenti molto agguerriti soprattutto nelle prime posizioni. I fratelli Benedini su GTAM riescono ad ottenere la pole davanti ad un determinatissimo Davide Bertinelli e al terzo posto e con soli tre decimi di distacco la GTA 1600 Gruppo 4 della Scuderia AB Motorsport con alla guida Massimo Guerra e Giovanni Serio. Al quarto posto un “Walter Ben” molto motivato seguito dal duo padre-figlio dei Rondinelli e dalla coppia formata dallo svizzero Peter Bachofen e l'italiano Roberto Restelli. Ottima la prestazione della GTA 1600 sempre della Scuderia AB Motorsport nelle mani di Antonio Crescenti e Franco Mischis che riescono ad ottenere un’ottava posizione di grande rispetto. L’altro duo padre-figlio dei Mercatali, portacolori della Scuderia Biondetti, si piazza davanti alle altre tre GTV 2000 presenti a Vallelunga ed è l’equipaggio Rossi-Mandelli della Scuderia Bologna Corse a prendersi la pole di classe davanti all’altra Giulietta Ti di Marco Milla e Massimo Lupoli. Nel primo pomeriggio dopo un continuo alternarsi di scrosci d’acqua e vento forte inizia la preparazione delle vetture per la gara e l’apertura della pit lane in regime di “wet-race” determina una grande indecisione sul tipo di pneumatici da utilizzare. È per tale motivo che la vettura numero 106, posizionata al terzo posto in griglia, non riesce ad allinearsi in tempo ed è costretta a fermarsi davanti al semaforo rosso dell’uscita dalla pit lane con alle spalle la Giulia Ti Super dell’equipaggio Sordi/Beretta in ritardo rispetto all’orario di partenza stabilito. La partenza lanciata da inizio ai 60 minuti di gara in cui Bertinelli tiene la testa dal primo al ventisettesimo giro migliorando la performance di Misano ed ottenendo così la vittoria assoluta. I Benedini pur facendo il giro veloce in gara si piazzano secondi seguiti dai Rondinelli che riescono cosi dopo solo due gare a salire per la prima volta sul podio assoluto. Dopo una fantastica rimonta e 12 giri al secondo posto, causa rottura della leva del cambio, la vettura di Guerra/Serio è costretta al ritiro ma il vero colpo di scena succede al ventunesimo giro quando la GTAM numero 86 con alla guida Dario Domenichini perde il controllo sbattendo violentemente contro le barriere. Pilota illeso ma la gara si congela dietro la safety car e successiva bandiera rossa. Nelle retrovie è battaglia tra le due Giulia Ti Super del giovane tedesco Niclas Ondrak e quella del giovanissimo Giulio Sordi affiancato da Dario Beretta. Avrà la meglio il tedesco che ottiene un ottimo secondo posto di classe dietro alla GTA 1600 di Crescenti/Mischis e davanti a Sordi/Beretta. Tra le GTV2000 è Fabio Gimignani a vincere la classe davanti ad un ritrovato Armando De Vuono, vincitore assoluto nel 2014, seguito dai Mercatali attardati a causa di un problema tecnico al serbatoio della benzina, quarto Domiziano Giacon. La battaglia per la classifica per Indice di Performance è stata vinta dall’equipaggio composto da Gianmarco Rossi e Vittorio Mandelli, seguiti da Marco Milla e Massimo Lupoli e terzi Crescenti/Mischis. Archiviata la terza tappa e con oltre due mesi di pausa si possono iniziare a fare delle previsioni riguardanti i piloti che potenzialmente potrebbero vincere la decima edizione dell’Alfa Revival Cup. I favoriti sembrano essere Gianmarco Rossi e Vittorio Mandelli che dalla prima gara ad oggi sono in testa, ma lo scatenato Davide Berdinelli non intende lasciarsi perdere questa occasione e sarà sicuramente presente alle prossime gare per non lasciare ad altri dei punti preziosi. Con lui anche il debuttante Giulio Sordi, portacolori della Scuderia Club Italia con alle spalle il tifo ed il supporto della famiglia Sordi, non mancherà alle ultime due gare per continuare a fare esperienza con un occhio attento alla classifica assoluta. I punti in gioco sono ancora tanti e la soprese non mancheranno, perciò non rimane che vedere chi sarà presente al quarto appuntamento presso l'Autodromo di Monza il weekend del 1-3 ottobre.

Read 104 times

© Copyright 2005-2021 Monzaspeed.it Disclaimer & Contatti Web Designer Fabio Brambilla Grafica Jack323 Licenza Privacy Policy